Unità 10: La Stazione

Dialogo

—Buongiorno. Un biglietto di sola andata Napoli-Roma per favore. Scusi, a che ora parte il treno?
—Deve prendere il treno delle 18.15 perché quello delle 17.15 è appena partito.
—Che sfortuna! Ho preso l’Intercity per non perdere la coincidenza, ma sono arrivato in ritardo.
—Aveva pagato anche il supplemento rapido?
—Sì.
—Se il treno è arrivato con un’ora di ritardo può essere rimborsato in qualsiasi stazione.
—Va bene! A che ora arriva a Roma questo treno?
—È un espresso e arriva alla stazione Termini alle 21.30. Parte dal binario 13.
—Non c’è nessuna possibilità di arrivare prima a Roma?
—Provi con la corriera. La fermata è proprio in piazza, davanti alla stazione. Una parte tra venti minuti, ma deve comprare il biglietto prima di salire.
—Posso comprare il biglietto in stazione?
—Sì, dal tabaccaio vicino all’ufficio informazioni.
—Grazie, arrivederci!

Lettura

Carlo, Luigi, Giovanni e Noureddine lavorano da un anno in una fabbrica di piastrelle vicino a Brescia. Durante il pranzo, alla mensa aziendale, Noureddine parla spesso con i suoi amici del suo paese: il Marocco.

Lui è di Fes, una città molto antica e tappa obbligata per i turisti. Noureddine è tanto convincente che tuti e quattro di fare un viaggio in Marocco, durante il periodo delle ferie. Nasce una discussione: qual è il mezzo di trasporto più conveniente da utilizzare? Carlo e Luigi preferiscono l’automobile perché, una volta arrivati alla meta, potranno visitare altre città.

Giovanni e Noureddine invece preferiscono l’aereo perché, anche se più costoso, è molto più confortevole e veloce. Tutti scartano l’idea del treno.

Per risolvere il problema i quattro amici si rivolgono ad un’agenzia di viaggi. L’agenzia consiglia loro il viaggio in aereo perché hanno pochi giorni di ferie e potranno comunque noleggiare un’automobile in Marocco.

Impariamo Ancora

unita-10-1

Contenuti Grammaticali

Il verbo: passato prossimo e imperfetto indicativo

Sono due tempi che si usano per descrivere un’azione compiuta nel passato.

L’imperfetto si usa:
—nelle descrizioni di cose e stati d’animo
—nelle azioni ripetute
—per un evento contemporaneo ad un altro.

Il passato prossimo si usa in tutti gli altri casi. Esempio:

Quel giorno c’era il sole. Io ero felice perché finalmente potevo rivedere la mia famiglia. Mentre aspettavo mia sorella, è passato John che vedendomi così assorto si è incuriosito e mi ha chiesto: «Ti è successo qualcosa?» «Sì, cioè no, sto aspettando i miei parenti: sono tre anni che non li vedo!»

Il passato prossimo si forma con il presente indicativo di essere o avere e il participio passato del verbo.

I verbi transitivi formano il passato prossimo con l’ausiliare avere e il participio passato rimane generalmente invariato.

I verbi intransitivi hanno di solito l’ausiliare essere e il participio passato concorda con il soggetto per numero e genere.

Il participio passato si forma aggiungendo ai temi delle tre coniugazioni –ato (1ª), –uto (2ª), –ito (3ª).

L’imperfetto si forma aggiungendo ai temi le seguenti desinenze.

studiare
studiavo, studiavi, studiava, studiavamo, studiavate, studiavano

vedere
vedevo, vedevi, vedeva, vedevamo, vedevate, vedevano

finire
finivo, finivi, finiva, finivamo, finivate, finivano

Glossario

—abito (abiti)
—addormentato (addormentata)
—agenzia (agenzie)
—ala (ali)
—andata (andate)
—antico (antica)
—arrivato (arrivata)
—assorto (assorta)
—aziendale (aziendale)

—biglietto (biglietti)
—bigliettaio (bigliettai)
—binario (binari)

—cabina (cabine)
—campagna (campagne)
—coindicidenza (coincidenze)
—comunque
—confortevole (confortevole)
—contemporaneo (contemporanea)
—conveniente (conveniente)
—convincente (convincente)
—corriera (corriere)
—costoso (costosa)

—descrivere
—discussione (discussioni)

—espresso (espressi)
—estate (estati)
—evento (eventi)

—favore (favori)
—felice (felice)
—fermare
—fermata (fermate)
—ferroviario (ferroviaria)
—forte (forte)

—gruppo (gruppi)

—incontrare
—incuriosito (incuriosita)
—informazione (informazioni)
—intercity (intercity)
—invariato (invariata)

—mensa (mense)
—meta (mete)

—nascere
—nave (navi)
—notte (notti)
giorno e notte, continuamente

—obbligato (obbligata)
—organizzato (organizzata)

—pagato (pagata)
—perdere
perdere tempo, sprecare il proprio tempo
—periodo (periodi)
—piastrella (piastrelle)
—primavera (primavere)

—qualsiasi

—rapido (rapidi)
—ricordo (ricordi)
—rimborsato (rimborsata)
—ripetuto (ripetuta)
—risolvere
—ritardo (ritardi)
—rivedere

—scartare
—sentirsi
—sfortuna (sfortune)
—solito (solita)
—spesso
—successo (successi)
—supplemento (supplementi)

—tappa (tappe)
—tema (temi)
—trasporto (trasporti)
—turista (turisti)

—unito (unita)

—vacanza (vacanze)
—vedersi
—verbale (verbale)
—viaggio (viaggi)

Publicités
%d blogueurs aiment cette page :
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close